Diagnostic Center s.n.c.
Via dell' Indipendenza N. 29 Santeramo in colle (BA)
Tel.080.3037916 - Fax. 080.3030707
P.IVA 02402880724
e-mail: info@diagnostic-center.it

Elenco Prestazioni - Manuale Esami - Prelievi Ambulatoriali - Controlli di Qualità
Chi Siamo - Dove Siamo - Personale - Strumentazione - Linee Guida - Esenzioni

Introduzione
Trombosi
venosa

Trombosi
arteriosa

Quando effettuare
le indagini
di laboratorio

Oggetto dello
screening e
considerazioni
conclusive

Raccomandazioni
Malattie autoimmuni
ANA
ENA
DNA
Fosfolipidi
ANCA
Morbo Celiaco
AGA- EMA- tTG

V Proposta di linee guida per la determinazione degli anticorpi anti-citoplasma dei neutrofili (ANCA)

1. Indicazioni cliniche
Gli ANCA sono degli anticorpi diretti verso costituenti citoplasmaticidei granulociti neutrofili ( e monociti), sono considerati un utile marker sierologico per la diagnostica delle vasculiti primarie sistemiche, quali in particolare la granulomatosi diWegener (GW)e la poliangioite microscopica (PAM), inclusa la sua variante limitata al rene (la glomerulonefrite necrotizzante extracapillare " pauci immune " ) e, in misura minore, la sindrome di Churg-Strauss (SCS) (Tab1). Le ragioni più frequenti per la richiesta di una determinazione degli ANCA sono appunto la diagnosi e/o il monitoraggio delle vasculiti sistemiche primitive.
In presenza di manifestazioni cliniche che suggeriscono una diagnosi di GW o PAM, quali una sindrome rene-polmone, un quadro di glomerulonefrite rapidamente progressiva, una vasculite cutanea con sintomi sistemici, noduli polmonari multipli, stenosi tracheale lesioni deostruenti a carico delle alte vie respiratorie, masse retrorbitarie, mononeurite multipla, la dimostrazione degli ANCA nel siero del paziente ha un'elevata sensibilità (>90%) e specificità (>90) e, di conseguenza, un alto valore predittivo per queste malattie .
In altre situazioni cliniche ANCA-associate (es.malattie infiammatorie intestinali croniche, epatiti e colangiti autoimmuni, connettiviti ) ,l'utilità diagnostica è inferiore. L'identificazione degli ANCA potrebbe, tuttavia, rivestire un ruolo significativo nella diagnosi differenziale tra rettocolite ulcerosa ( RCU ) e morbo di Crohn ( MC ) .
Nelle vasculiti ANCA - associate il titolo degli ANCA correla, in genere, con l'attività della malattia,anche se non sono rare le eccezioni (10)


MALATTIE ANCA ASSOCIATE
ANCA positività Antigene bersaglio
VASCULITI SISTEMICHE C-ANCA PR3 (70-80%)
Granulomatosi di Wegener (forme generalizzate) (80-90%)
P-ANCA MPO (20-30%)
C-ANCA PR3 (20-30%)
2. Poliangioite microscopica (80-85%)
P-ANCA MPO (70-80%)
C-ANCA PR3 (30-40%)
3. Sindrome di Churg Strauss (50%)
P-ANCA MPO (60-70%)
4. Poliarterite nodosa classica P-ANCA (10%) MPO (90%)
C-ANCA PR3 (20%)
GLOMERULONEFRITE NECROSANTE
PAUCI-IMMUNE IDIOPATICA

(80%)
P-ANCA MPO (80%)
MALATTIE REUMATICHE
GS-ANA/P-ANCA Lf, sconosciuto
(30%?)
ANCA
ANCA atipici LF, ELA, MPO
2. Lupus Eritematoso Sistemico (<20%)
P-ANCA
PR3=proteinasi 3; MPO=mieloperossidasi; LF=lattoferrina; ELA=elastasi; GS-ANA=anticorpi
anti-nucleo granulocita-specifici

Tab. 1


Appendice

Significato degli acronimi utilizzati nel testo:
ANCA anticorpi anti-citoplasma dei granulociti neutrofili
GW granulomatosi di Wegener
PAM poliangioite microscopica
SCS sindrome di Churg-Strauss
PR3 proteinasi 3
MPO mieloperossidasi
LF lattoferrina
LYS lisozima
ELA elastasi
BPI bactericidal/permeability-increasing protein
ANA anticorpi anti-nucleo
GS-ANA anticorpi anti-nucleo granulocita-specifici
HSA sieroalbumina umana
PBS
tampone fosfato
IFI immunoflorescenza indiretta
ELISA metodo immunoenzimatico in fase solida